Regioni
Prenota
Lingua
IT

La Pasqua nel segno delle tradizioni nel Salisburghese

Tra Palmkatzerl e Osterpinzen

Attingere alle tradizioni, soprattutto nei periodi di incertezza, è importante per non perdere di vista quelle usanze, riti e abitudini che hanno il sapore dell’infanzia e fanno tornare bambini.

La Pasqua è un periodo molto sentito a Salisburgo, solitamente la città sboccia, vengono serviti i primi caffè all’aperto e la neve ormai cade solo in montagna. Dal 1967 il Festival di Pasqua della città di Mozart propone uno svariato palinsesto di manifestazioni e performance musicali. Se però fuori casa il mondo si ferma per proteggersi dal contagio, le tradizioni e i preparativi fervono in casa. Nel periodo pasquale infatti, nel land austriaco del Salisburghese i bambini si divertono a dipingere le uova e a costruire i tipici Palmbuschen o Palmkatzerl, la prima delle tradizioni riportate in auge in questo periodo: i tradizionali ramoscelli, benedetti durante la Domenica delle Palme, vengono legati insieme e all’estremità vengono appesi biscotti, dolciumi o i tipici Brezel salati. In alcune zone del land, invece, Il Palmbuschen vede l’utilizzo di 7 piante autoctone; dopo la benedizione i bambini sfilano per la città e fanno per tre volte il giro della casa con i ramoscelli in mano.  Infine piantano i ramoscelli nell’orto, da cui secondo la tradizione potrebbe nascere un buon raccolto. Un’altra attività a misura di bambino è la colorazione delle uova attraverso una tecnica semplice ed ecologica nel pieno rispetto dell’ambiente. Secondo la tradizione, durante la quaresima le uova non si mangiano ma vengono conservate e tinte con coloranti naturali, utilizzando ad esempio il rosso della barbabietola, i mirtilli essicati, gli spinaci, o la buccia di cipolla rossa.

In questo periodo quindi le case degli austriaci sono decorate da ramoscelli e uova colorate, un’usanza che porta allegria, buon umore e spensieratezza. Mentre i più piccini sono impegnati a dare sfogo a creatività e immaginazione, i grandi sono pronti a spadellare un piatto semplice tipico del Giovedì Santo: Spinaci con Rösterdäpfeln. Si tratta di spinaci serviti con frittelle di patate e uova al burro. Per prepararlo occorre cuocere le patate in acqua salata fino a quando non si ammorbidiscono, pelarle e lasciarle raffreddare. Nel frattempo occorre riscaldare un cucchiaio d’olio in una padella, sbucciare e tritare finemente la cipolla e lasciarla soffriggere. Infine occorre aggiungere le patate, tagliate precedentemente a rondelle, e soffriggerle fino a quando non saranno croccanti.

Da circa due secoli invece uno dei dolci tipici, servito durante il pranzo pasquale è l’Osterpinzen. Non esiste ancora una ricetta standard per questo classico del Salisburghese, secondo la versione tramandata dalla Pasticceria Moser, tra gli ingredienti spicca il vino bianco, unito alla farina, lievito e al latte freddo; altre versioni invece prevedono altresì l’utilizzo dell’anice con cui aromatizzare il vino.

Osterpinze (c)Konditorei Moser

Osterpinze (c)Konditorei Moser

Ripercorrendo semplici usanze e tradizioni è possibile abbracciare anche solo con la mente altre culture e territori, in attesa di quando ci si potrà immergere nuovamente nell’atmosfera festosa e artistica di Salisburgo.

Buona Pasqua a tutti!

Austria, il paese delle vacanze. Invia il feedback e vinci una vacanza speciale!