Regioni
Prenota
Lingua
IT

CHIARE, FRESCHE, DOLCI ACQUE… SALISBURGHESI

LA TOP 10 DELLE METE TURISTICHE NATURALMENTE FRIZZANTI

In ogni angolo del Salisburghese ci si trova più o meno direttamente a contatto con l'acqua. Ma ci sono alcuni luoghi dove l'acqua dà spettacolo più che altrove, gettandosi nel vuoto da altezze vertiginose, soffermandosi placida nei laghi in mezzo alle montagne, scavando chilometri di grotte e gole oppure prestandosi ai passatempi degli uomini, come il tiro a segno sul lago Prebersee o i giochi d'acqua del principe vescovo a Hellbrunn.
Ecco una piccola scelta di mete turistiche a contatto diretto con l'acqua del Salisburghese... naturalmente frizzante.

1° GITA IN BARCA “ZILLE” SUL LAGO FUSCHLSEE CON SPUNTINO DI PESCE
Il Fuschlsee è uno dei laghi più belli del Salzkammergut. Nella baia più a ovest si trova il castello reso famoso dai film della principessa “Sissi” con Romy Schneider. Un sentiero percorre l’intero periplo del lago in circa tre ore di cammino, ma l’esperienza più bella è di certo una gita sulla “Fuschlerin”, una tipica “Zille” (barca a chiglia piatta). Navigando silenziosamente per 40 minuti, si attraversa tutto il lago da Fuschl al castello con pescheria, dove si gustano trote, salmerini e coregoni appena pescati nelle acque pulitissime del lago e affumicati sul posto.

2° UN BAGNO NEL BOSCO SUL SENTIERO DEI MULINI DI EBENAU
Cinque antichi mulini si sono conservati lungo il torrente Rettenbach, nella zona turistica del lago Fuschlsee. Il sentiero dei mulini, un percorso ideale per tutta la famiglia, raggiunge la gola e le pozze di Plötz, un monumento naturale con una cascata alta 50 metri e una spiaggetta di ghiaia. Il sentiero si percorre comodamente in un’ora di cammino fino a un grande prato che offre una vista grandiosa sui monti Gaisberg e Watzmann. Sulla via del ritorno d’estate è bello fare il bagno in un laghetto balneabile naturale, nel bosco presso il mulino Eder.

3° GITA IN BATTELLO SUL SALZACH E PASSEGGIATA PER LE FONTANE DI SALISBURGO
Anche la città di Mozart ha un rapporto molto stretto con l’acqua. Lo testimoniano fra l’altro le 47 fontane che abbelliscono il centro storico (patrimonio Unesco). Dal pontile Makartsteg parte il battello panoramico “Amadeus” che risale per otto chilometri il fiume Salzach. Dall’acqua sono ben visibili le sette bocche dell’Almkanal, uno dei canali più antichi dell’Europa centrale. Scavato nel XII secolo, l’Almkanal porta a Salisburgo l’acqua che esce dal lago Königsee, presso Berchtesgaden. Uno dei suoi bracci attraversa in galleria il colle Mönchsberg. Da questo canale viene l’acqua che si sente scorrere in vari punti della città, come la panetteria Stiftsbäckerei presso il cimitero di St. Peter.

4° I GIOCHI D’ACQUA AL CASTELLO DI HELLBRUNN
Fatto erigere dal principe vescovo Marcus Sittikus, il sontuoso castello di Hellbrunn è immerso in un vasto parco che ospita anche il giardino zoologico. Ma Hellbrunn deve la sua fama soprattutto ai giochi d’acqua con cui il principe vescovo si divertiva a bagnare o stupire i propri ospiti: una tavola in pietra con getti d’acqua nei sedili, una grotta artificiale con canti d’uccello generati dallo scorrere dell’acqua e altro ancora. Da non perdere anche il meraviglioso teatrino meccanico del 1750 con oltre 100 statuine in movimento e un organo idraulico.

5° DALLA CASCATA DI GOLLING ALLE IMPRESSIONANTI GOLE DEL SALZACH
Molto amata da poeti e pittori dell’Ottocento, la cascata di Golling con i suoi 76 metri d’altezza è ancor oggi una meta da non perdere. Un sentiero turistico ben tracciato ne risale il fianco fino alla misteriosa sorgente carsica: un’apertura nella roccia a 479 metri di quota, coperta da festoni d’edera. Presso Golling si trovano anche le gole “Salzachöfen” al passo Lueg: una forra profonda 80 metri scavata dal fiume Salzach per aprirsi un varco verso nord attraverso i monti Hagengebirge e Tennengebirge. Un sentiero consente di raggiungere i giganteschi massi che la chiudono sul fondo, ma i più coraggiosi possono attraversarla anche in aria, volando lungo la fune del Flying Fox.

6° LA GOLA LIECHTENSTEINKLAMM
Con i suoi 300 metri di profondità, la gola Liechtensteinklamm presso St. Johann in Pongau è fra le più belle delle Alpi. Aperta al pubblico sin dal 1876, grazie a un sentiero ben attrezzato e sicuro, la gola deve il nome al principe Giovanni II di Liechtenstein, che a metà del XIX secolo la esplorò per verificarne la percorribilità. L’acqua del torrente Grossarler Ache continua a scavare la gola creando suggestive cascate in un’atmosfera di selvaggia e impressionante bellezza.

7° TAPPENKARSEE, IL PIÙ GRANDE LAGO ALPINO DELLE ALPI ORIENTALI
Nelle sue acque, profonde fino a 50 metri, secondo la leggenda vive un drago terribile che rosicchia la roccia per provocare una disastrosa inondazione a valle. Il delizioso lago Tappenkarsee (1.762 m), il più grande delle Alpi orientali, è un gioiello incastonato nei Bassi Tauri, che si raggiunge facilmente in circa 90 minuti di cammino, con un comodo sentiero adatto anche alle famiglie. Presso le sue sponde ci si può rifocillare nei rifugi Tappenkarseealm e Tappenkarseehütte.

8° LA GROTTA LAMPRECHTSHÖHLE
Nascosto negli anfratti di questa grotta misteriosa, il leggendario tesoro del cavaliere Lamprecht non è ancora stato trovato, anche se in passato molti giovani rischiarono la vita per cercarlo. Lo spettacolare sistema carsico della grotta Lamprechtsöhle si sviluppa per oltre 50 chilometri ed è forse il più lungo del mondo fra quelli percorsi dall’acqua, che scorrendo per 25 milioni di anni ha levigato la roccia dolomitica creando forme e ambienti di grande suggestione. L’accesso al percorso turistico nella grotta, comodamente visitabile in circa 90 minuti, si trova sulla strada tra Lofer e St. Martin, nella valle Saalachtal.

9° L’INCREDIBILE TIRO A SEGNO DEL LAGO PREBERSEE
Il Lungau, parco della biosfera UNESCO, nasconde fra i suoi monti circa 60 laghi, più che in qualsiasi altra regione alpina. Uno di loro, il Prebersee, sorge a 1.514 m d’altitudine ed è facilmente raggiungibile in auto. Oltre al bel sentiero didattico che segue per intero le sponde del lago, un’altra singolare attrazione richiama qui centinaia di visitatori ogni anno, a fine agosto. Si tratta del “Preberschiessen”, un’insolita gara di tiro al bersaglio, in cui i tiratori anziché colpire direttamente i bersagli piazzati a 120 metri di distanza, fanno rimbalzare il colpo sulla superficie del lago. L’acqua resa densa dalle particelle di torba in sospensione aiuta gli “Schützen” a fare centro di rimbalzo, senza “buchi nell’acqua”.

10° CASCATE DI KRIMML, HOHE TAUERN HEALTH E PARCO WASSERWELTEN
Con 380 metri di altezza, divisi in tre salti spettacolari, il torrente Krimmler Ache forma le cascate più alte dell’Europa centrale, uno dei monumenti naturali più belli del Salisburghese. Il fragore della cascata si sente da lontano, ma il sentiero turistico che ne risale il fianco offre emozionanti punti di vista a contatto diretto con l’acqua, che di recente è diventata anche uno strumento terapeutico: il programma medico “Hohe Tauern Health” aiuta a combattere allergie, asma e affezioni respiratorie grazie all’effetto benefico dell’aerosol generato dalla cascata. Il parco tematico WasserWelten, a poca distanza, attira grandi e piccini con la “Casa dell’acqua”, il “Bar dell’acqua” e l’Outdoor-Aquapark.

TI POTREBBE ANCHE INTERESSARE:

Questo sito fa uso di cookie per facilitare l’utilizzo dei nostri servizi. Utilizzando il nostro sito web, Lei dà il Suo consenso all’utilizzo dei cookie.  Leggi altro