Lingua
Sprachenumschaltung
Facebook

Anni giovanili

1771-1779

Portrait von Wolfgang Amadeus Mozart ca. 1819, Quelle: Wikipedia

1771


Padre e figlio Mozart rientrano a Salisburgo il 28 marzo 1771 con la commissione di un'opera da comporre per il carnevale di Milano 1772/1773 ("Lucio Silla" KV 135).

Rimangono nella città sulle rive del Salzach per 138 giorni, per poi rimettersi in viaggio per Milano dove, in occasione delle nozze dell'arciduca Ferdinando d'Asburgo con Maria Ricciarda Beatrice d'Este, principessa di Modena, il 17 ottobre 1771 viene eseguito per la prima volta l'"Ascanio in Alba" KV 111 di Mozart.

Il 15 dicembre 1771 fanno ritorno a Salisburgo. Il giorno seguente muore il conte Sigismund Christoph von Schrattenbach, datore di lavoro e mecenate di Mozart. In onore del nuovo principe vescovo Hieronymus Graf Colloredo viene eseguita la serenata drammatica "Il Sogno di Scipione" KV 126 di Mozart.

Il principe vescovo Hieronymus esercita il potere con lo stile di un signore severo, rigido e piuttosto chiuso sui temi della cultura. Il cambiamento politico ha ben presto conseguenze determinanti nei successivi viaggi di Mozart.

1772-1773

La famiglia Mozart si trasferisce nella cosiddetta "Tanzmeisterhaus" (casa del maestro di danza), oggi Makartplatz 8-9. Anche un terzo viaggio a Vienna (14 luglio - 26 settembre 1773) e a Monaco (6 dicembre 1774 -7 marzo 1775) non frutta il tanto agognato impiego fuori da Salisburgo.

1777

Nel mese di agosto 1777 Mozart chiede di essere dimesso dall'incarico per "cercare fortuna altrove". Una nuova richiesta di permesso a scopo di viaggio, presentata dal padre, viene rifiutata dal principe vescovo alla fine di settembre 1777. Mozart parte per Mannheim e Parigi insieme alla madre. Anche in questo viaggio non si avverano le speranze del giovane musicista.

1778-1779

Il 17 gennaio 1779 Mozart rientra in servizio alla corte del principe vescovo come organista.

Wetter Icon
Wetter Icon
Thermometer Celsius
Hohenwerfen © SalzburgerLand
©http://www.salisburghese.com, Wiener-Bundesstrasse 23 5300 Hallwang, Tel. +43 662 6688-0, info@salzburgerland.com